Se il lavoratore in malattia decide di rientrare al lavoro, prima della scadenza del termine stabilito dal medico curante, deve procurarsi un certificato medico di rettifica.

L’INPS con circolare n. 79/2017 ha chiarito che la data di fine prognosi rappresenta un termine previsionale, che può variare in riduzione o in aumento. Come nel caso di prolungamento il lavoratore deve chiedere al medico il certificato di proroga, così in caso di riduzione dovrà chiedere al medico la rettifica del certificato iniziale. In caso d’inadempimento saranno applicate al lavoratore le medesime sanzioni previste per le assenze ingiustificate alle visite di controllo: perdita dell’indennità per i primi dieci giorni.

BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS
LINN Srl - C.so Silvio Trentin, 108 - 30027 San Dona' di Piave (VE) - P.I. 02352350272

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.