L' accesso presso l'abitazione privata del contribuente può essere effettuato solo previa autorizzazione del Procuratore della Repubblica, e in caso di gravi indizi di violazione delle norme fiscali.

L’inviolabilità costituzionale del domicilio (art. 14) subisce una deroga solo nei casi stabiliti dalla legge.

L’autorizzazione del Procuratore della Repubblica, di cui all’art. 52 del D.P.R. n. 633/1972 e la contestuale sussistenza di gravi indizi di violazione delle norme fiscali costituiscono un’importante barriera a tutela del diritto soggettivo del sottoposto all’indagine.

Tuttavia secondo la Cassazione (sentenza n.20943 del 6 agosto 2019) la contestazione della legittimità dell’atto deve essere eccepita unitamente all’atto finale del procedimento impositivo.

BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS
LINN Srl - C.so Silvio Trentin, 108 - 30027 San Dona' di Piave (VE) - P.I. 02352350272

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.